Definisci la tua mèta

“Il corpo umano, in pace con se stesso, è più prezioso della gemma più rara. Abbi cura del tuo corpo, è tuo solo questa volta.L’ aspetto umano è conquistato con gran difficoltà e lo si perde facilmente. Tutte le cose terrene sono effimere, come i fulmini nel cielo; devi pensare a questa Vita come ad una goccia di pioggia; una cosa bella che scompare non appena comincia ad esistere. Quindi definisci la tua mèta, e usa ogni giorno e ogni notte per raggiungerla.”

Tsong Khapa

Annunci

Vita dopo vita

indianaE’ divenuto famoso in tutto il mondo il caso autentico che ora racconterò:  è il ricordo di un’ esperienza di vita passata. Una bambina, nata in un piccolo villaggio in India, cominciò inspiegabilmente a struggersi di nostalgia per un villaggio distante, situato in un’altra parte dell’India. Le sue condizioni divennero così gravi, che un medico consigliò di portarla in quel lontano villaggio. Così fecero e, con meraviglia dei suoi compagni di viaggio, dal momento stesso in cui ella giunse alla periferia del villaggio, cominciò a descriverlo in ogni dettaglio. Benché non fosse mai stata lì, riconobbe le persone chiamandole per nome e andò direttamente a una certa casa dove chiamò un uomo per nome, dicendo che nella sua vita precedente era stato suo fratello. Né si fermò qui. Ella spiegò che nella sua incarnazione passata aveva nascosto alcune monete d’oro in un muro di mattoni, lì, nella stessa casa, ma che era morta senza averlo mai detto a nessuno. La bambina andò verso il luogo indicato nel muro, ed ecco! Le monete d’oro erano ancora là. Di fronte a tale evidenza, non abbiamo giustificazioni se dubitiamo della genuinità e dell’importanza della sua esperienza. C’è un altro caso, quello di un Santo in India, che andò in un certo tempio sulla riva di un fiume e disse: “Il mio tempio era qui vicino. Ora è nel fiume”. Dei sommozzatori si tuffarono e trovarono sott’acqua un tempio antichissimo. Quell’ uomo era stato, in una vita precedente, il santo al quale era dedicato il tempio ora sommerso.  

P. Yogananda