L’esoterismo come via

 

 

 

 

 

 

 

 

Percorrere l’ esoterismo come via significa trasferire subito nella realtà tutte le conoscenze, per piccole che siano, significa modificare costantemente la propria vita e la propria esperienza, il proprio comportamento, diventare sempre diversi, essere sempre nuovi: in breve, esoterismo significa evoluzione.

Scopo di questa via è il perfezionamento dell’ uomo, la saggezza, il superamento della polarità, l’unione con Dio, la Unio mystica, le nozze alchemiche, la coscienza cosmica. Tutte queste espressioni sono tentativi di descrivere lo scopo finale del cammino umano.

 

Thorwald Dethlefsen

Ermete Trismegisto- VII° principio ermetico

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio »

 

 

« Il genere si manifesta in ogni cosa e su tutti i piani;

ogni cosa ha il suo principio maschile e femminile »

 

adam-eve-1507

 

 

Ermete Trismegisto- VI° principio ermetico

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio »

 

 

« Ogni effetto ha la sua causa, ogni causa il suo effetto;

 

 tutto avviene in conformità di

 

una legge, il caso è il nome dato ad una legge che non

 

si conosce; pur se esistono diversi piani

 

di causalità, niente sfugge alla legge »

 

karma

Ermete Trismegisto- V° principio ermetico

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio »

 

 

« Ogni cosa fluisce e rifluisce, ogni cosa ha fasi

diverse; tutto s’alza e cade; in ogni cosa è

manifesto il principio del pendolo: l’oscillazione di

destra è pari a quella di sinistra: tutto si

compensa nel ritmo»

 

pendolo

Ermete Trismegisto- IV° principio ermetico

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio »

 

« Tutto è duale; tutto è polare: per ogni cosa c’è la sua

coppia di opposti. Come simile e dissimile sono uguali,

 gli opposti sono identici per natura e differiscono solo

di grado. Così gli estremi si toccano; tutte le verità non

sono che mezze verità e ogni paradosso può essere

conciliato »

 

yinYang

Ermete Trismegisto- III° principio ermetico

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio »

 

 

«Tutto si muove,tutto vibra; niente è in quiete»

« chi impara ad usare il principio di vibrazione, ha in

mano lo scettro del mondo»

 

om

 

 

Ermete Trismegisto- II° principio ermetico

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio »

 

« Com’è al di sopra,così è al di sotto; com’è sotto, così è sopra »

 come sopra così sotto

Ermete Trismegisto- I° principio ermetico

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio »

 

 

 

« Tutto è mente – L’Universo è mentale »

 

l'universo è mentale

I Templari Setta Esoterica – Filosofia e segreti dell’ordine del tempio

i_templari_setta_esotericaVenerdì 22 maggio, alle 20.30

Presso la libreria Aseq in Via dei Sediari 10, Roma

Relatrici: Domenico Lancianese

I Templari Setta Esoterica
Filosofia e segreti dell’ordine del tempio
di Domenico Lancianese
Edizioni Atanòr

Sarà presente l’autore.

I Templari furono veramente degli eretici o degli illuminati alla ricerca della salvezza sui perigliosi sentieri della via del guerriero?
Mistero, Tradizione e Gnosi sono i cardini di questo viaggio appassionante alla scoperta degli aspetti più intimi e occulti del misterioso e potente Ordine dei Cavalieri Templari. Con una ricerca accurata e rigorosa l’autore tenta di penetrare e svelare le origini, la natura e la spiritualità di questa Istituzione medievale che tanto incise sull’ evoluzione socio-politica dell’Europa.
Questo libro, carico di suggestioni, apre sulla questione templare strade straordinariamente interessanti oltre che cariche di intenso fascino «a dispetto di coloro che vorrebbero escludere dalle vicende terrene del glorioso Ordine le categorie del mistero, della Tradizione e della Gnosi».

Domenico Lancianese, laureato in Scienze economiche e commerciali, saggi sta e ricercatore di storia medievale, da oltre un decennio ha rivolto i suoi studi e le sue ricerche al misterioso Ordine dei Cavalieri Templari e alla Massoneria.
L’autore collabora con l’Istituto di Storia dell ‘Università degli Studi di Urbino, con la Deputazione di Storia Patria per le Marche, con la Fondazione Federico II di Jesi, con l’Accademia Georgica di Treia e dirige la collana editoriale “Templari e Rosacroce” della Casa Editrice Atanòr; ha pubblicato articoli e saggi e tenuto conferenze sia in Italia che all’estero.
Tra le sue opere: I Templari e la missione segreta, Nerbini Firenze 2006; Un Templare in America, Maprosti & Usanti, Roma 2006; Federico II e i Templari, Maprosti & Usanti, Roma 2006; I Templari e l’interrogatorio di Chinon, Maprosti & Usanti, Roma 2006; I Templari e la Massoneria, Atanòr, Roma 2007.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (60).

Per qualsiasi ulteriore informazione, è possibile contattarci direttamente allo 06 6868400 oppure, via email, all’indirizzo info@aseq.it