Crostata alla crema

dsc_0172-650x432

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tratto da: http://www.veganblog.it/2009/07/04/crostata-alla-crema/

Gli ingredienti per la frolla sono:

200gr farina 0

2 cucchiai di fecola di patate

2 cucchiai di farina di nocciole (nocciole tritate)

1 cucchiaino di lievito per dolci

un pizzico di sale

80gr di zucchero di canna scuro (o altro dolcificante)

70gr di margarina vegetale

30gr di olio

2 chucchiaini di cacao

latte q.b

Il procedimento è il solito: mescolare prima bene gli ingredienti secchi, aggiungere quelli liquidi, fare una palla e lasciarla riposare in frigo per una mezz’ora.

Dopodichè viene la crema:

500 ml di latte di soia

4 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di farina

un pezzo di scorza di limone

una stecca di vaniglia (facolatativa)

una punta di cucchiaino di curcuma

Procedimento: Bisogna mischiare bene gli ingredienti stando molto attenti a non formare grumi di farina! Far cuocere fino a quando non cambia consistenza. In teoria raffreddandosi dovrebbe solidificarsi ma la mia è rimasta troppo liquida comunque! Si accettano consigli! Ho provato l’agar agar ma non ha funzionato (e non è la prima volta).

Per la decorazione:

pinoli

cacao

Dopo aver preparato tutto stendete la pasta, alzando per bene i bordi, in una tortiera oliata e infarinata, lasciandone da parte circa un terzo. Versate (o spalmate) la crema sulla base di frolla. Stendete la pasta rimanente e mettetela sopra la crema. Fissate bene i bordi (io non l’ho fatto bene infatti la crema è uscita in cottura!), cospargete con i pinoli e infornate a 180 per circa 30 minuti.

A cottura ultimata spolverate di cacao, fatela raffreddare e mettetela in frigo.

Spero vi piaccia!

Annunci

Pane!

Tutto è nato dall’esigenza di voler creare qualcosa da mangiare con le mie mani. Essendo un inguaribile goloso, le mie intenzioni erano dirette verso qualcosa di dolce, tipo una crostata. A fermarmi è stato il mio frigo: quando l’ho aperto mi ha guardato  come per dire “ah…ti sei ricordato di me”… e poi è  scoppiato a piangere supplicandomi di andare a comprare qualcosa per riempirlo. Le sue suppliche ahimè non hanno avuto alcun effetto, e così ho pensato di utilizzare ciò che avevo in casa, e l’ unica cosa che potevo fare era il pane.

INGREDIENTI:

500 gr   di farina integrale

200 gr circa di acqua fredda

3  cucchiai d’olio e.v.o

½ cubetto di lievito da 25 gr

Sale

PROCEDIMENTO:

Pesare 500 gr di farina e metterla in un recipiente sufficientemente grande. Sciogliere gli eventuali grumi che si sono formati. Spezzettare il lievito e buttarlo nella farina. Aggiungere l’ acqua e l’ olio e mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo. La quantità di 200 gr di acqua è indicativa, poiché dipende dal tipo di farina. Come regola la temperatura finale dell’ impasto non dovrebbe superare i 28 gradi, pertanto in giornate calde come queste è preferibile utilizzare acqua fredda, mentre in inverno potete usare dell’ acqua tiepida. Anche la quantità di lievito varia in base alla temperatura e alla vostra disponibilità di tempo. Ottenete quindi un impasto omogeneo, resistente ed elastico e ponete il tutto nel recipiente. Coprite con un panno umido e lasciate lievitare per circa un’oretta, o almeno fino a quando l’ impasto non sia abbondantemente raddoppiato. Prendete poi la pasta e datele la forma che volete ottenere.

Fotografie-0004

 Io ho fatto un specie di serpentone, che poi ho tagliato in pezzi quasi uguali con i quali ho formato dei panini rotondi. Non preoccupatevi se la pasta si “sgonfia”, è normale. Una volta formati i miei paninetti, li ho disposti sulla teglia del forno a riposare per circa altri 40 minuti, coperti sempre con un panno umido ( in alternativa se avete un pennello alimentare potete ungerli con dell’ olio, per evitare l’ ossidazione superficiale).

 

 

 

 

 

Fotografie-0006

 

 

 

Ho atteso che la lievitazione fosse giunta a buon punto (i tempi sono molto variabili. La lievitazione è a buon punto quando toccando la pasta leggermente con un dito, questa affonda un po’ e poi torna come prima). Tutto qui. Infine ho messo i panini in forno preriscaldato a 200° e dopo circa dieci minuti ho abbassato a 180° per circa 25-30 minuti (in totale una quarantina di minuti.anche il tempo di cottura è variabile, ma vi sconsiglio di aprire il forno prima di 25-30 minuti).

 

 

Questo è il risultatoFotografie-0009

Sfincione Rivisitato

Posto questa ricetta perchè secondo me merita proprio…direttamente da www.veganblog.it

http://www.veganblog.it/2009/06/04/sfincione-rivisitato/

cimg2653

A che serve una suocera sicula, se non anche per le ricette?!

Finalmente son riuscita a fotografare tutto il procedimento dall’inizio alla fine!!!

 Ingredienti:

1 kg di farina “00″

10 gr di sale

6 gr di zucchero

70 gr di olio di semi di girasole

350 gr di acqua

2 cubetti di lievito di birra

150 gr di cipolle affettate sottili sottili

650 gr di pomodorini ciliegina

30 gr di olio e.v.o.

Preparazione:

Comincio unendo la farina col sale, lo zucchero, il lievito sciolto nell’acqua e l’olio; impasto il tutto fino ad ottenere una bella pasta soda.

cimg2644

 

 

 

 

Metto in una terrina abbastanza capiente, ricopro con uno strofinaccio inumidito e pongo nel lavandino riempito a metà con dell’acqua calda, in questo modo lievita veloce veloce…io non ho mai tanto tempo… …è il mio metodo infallibile!!!

 

cimg2647

 

 

 

 

Nel frattempo metto in una padella i 30 gr di olio e.v.o. e le cipolle affettate (ottime quelle di Tropea, ma vanno bene tutte, come ho già sperimentato diverse volte), dopo dieci minuti a fuoco medio/basso aggiumgo i pomodorini tagliati in due, aggiusto di sale e lascio cuocere per ulteriori 20 minuti.

 

 

cimg2650

 

 

Passo all’impasto che sarà triplicato di volume, prendo due teglie medie, le ungo abbondantissimamente e ci stendo la pasta con le mani direttamente nella teglia e con le dita premo fino ad ottenere quel che vedete nella foto.

 

 

 

cimg2652

 

 

A questo punto metto la mozzarella vegan e condisco con i pomodori e le cipolle, aggiungo un filo d’olio e.v.o. e aggiungo qualche oliva nera (toste nere Saclà…è quel che è scritto sul vasetto…son quelle un po’ disidratate abbastanza salate, ma va bene lo stesso qualsiasi altro tipo).

Metto in forno preriscaldato a 200°/220° per 30/40 minuti (dipende sempre dal forno).

E’ una sorta di pizza/focaccia, ma molto alta e morbida, chi ha mangiato lo sfincione lo sa!!! 

Il risultato è quel che avete già visto…il sapore è ottimo…

Torta di mele buonissima

Salve a tutti. Ci sono in giro moltissime ricette di torte di mele. Questa ha però una sua particolarità: è buonissima! 

 Photo284

INGREDIENTI:

  • 100 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 2  uova
  • 200 gr di farina 00
  • 1 buccia di limone grattugiata
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 3 cucchiai di latte
  • 2 mele di medie dimensioni (3 se sono piccole)

 

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa vi conviene imburrare uno stampo del diametro di circa 20-25 cm e preparare le mele. Una mela va sbucciata e tagliata a pezzettini di medie dimensioni. L’altra va tagliata a fette, e vi servirà per guarnire la torta. Per evitare che le mele anneriscano al contatto con l’aria potete spremerci sopra un limone. Il succo del limone contrasterà l’ossidazione delle mele.

Ponete in un recipiente lo zucchero e amalgamatelo bene col burro. Se il burro è troppo freddo e solido potete scioglierlo un po’ mettendolo in un pentolino sul fuoco, ma attenzione a non scaldarlo troppo. Aggiungete ora le uova intere che avete precedentemente sbattuto, la buccia di limone, la farina. Per evitare la formazione di grumi sarebbe opportuno setacciare la farina, o in mancanza di un setaccio mescolate un po’ la farina con le mani e poi amalgamatela al composto. Aggiungete il lievito e il latte. Ora versate i pezzi di mela nel composto e poi tutto nello stampo. Guarnite la torta a  vostro piacimento con le fette che avete preparato prima e mettete in forno preriscaldato a 180° per circa 35-40 minuti

Torta salata con asparagi,patate,zucchine

Come al solito, ho preso una ricetta (questa per la precisione http://www.ricettedalmondo.it/ricette-pizze-rustici-quiche/quiche-agli-asparagi.html) e l’ ho modificata a  modo mio. Devo dire che il risultato non mi ha deluso, quindi ve la propongo sperando possa darvi un utile spunto se non sapete cosa preparare per cena ( a me capita spesso).

Mi raccomando usate se potete ingredienti biologici!

 

INGREDIENTI:

  • Una base di pasta sfoglia da 250 gr
  • Un mazzetto di asparagi
  • Un paio di patate
  • Una zucchina
  • 30 gr di burro
  • 160 ml di latte
  • 1 uovo
  • Olio evo, parmigiano, sale, pepe, noce moscata

 

PROCEDIMENTO:

  • Lessare gli asparagi, le patate e le zucchine dopo aver lavato e tagliato il tutto a pezzetti
  • Fate riscaldare il burro con in filo d’olio in una padella
  • Aggiungete le verdure che avrete precedentemente lessato e fate cuocere il tutto a fuoco basso per una decina di minuti (o anche meno se le verdure sono già ben cotte)
  • Unite il parmigiano grattugiato ,il sale e le spezie di vostro gradimento e mescolate il tutto
  • A parte, sbattete l’uovo  ed amalgamatelo con il latte
  • Stendete la pasta sfoglia e disponetela su una teglia con sotto della carta da forno.
  • Versate il composto di uovo e latte nella padella con le verdure. Mescolate il tutto e spengete il fornello, l’uovo non deve cuocere!
  • Ora stendete il composto ottenuto sopra alla pasta sfoglia in maniera uniforme.
  • Infornate la quiche in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa.
  • Sfornate e servite anche caldissima, e…

                Buon Appetito!

Torta ricotta e pesto

Questa ricetta è presa pari pari da “cotto e mangiato”, la rubrica di studio aperto. Ha pertanto una duplice valenza: da un lato è una sfiziosa torta salata, dall’altro mi ha permesso di dare un senso a “Studio Aperto”, tg del quale fino a questo momento ignoravo l’utilità.

INGREDIENTI:

1 Base di pasta sfoglia

250 gr di ricotta

3 uova

100 gr di parmigiano reggiano

100 gr di pesto

sale,pepe,noce moscata

PROCEDIMENTO:

Disporre della carta da forno su una teglia (le cui dimensioni doranno essere adeguate alla vostra pasta sfoglia).Poneteci sopra la pasta sfoglia e bucherellatela un po’ con una forchetta.Intanto potete accendere il forno a 180°, in modo da averlo caldo non appena avrete finito di preparare.  Ora spalmate il pesto sopra alla sfoglia. A parte, in una terrina mescoalte la ricotta, le uova, il sale, il parmigiano e le spezie di vostro gradimento. Versate il composto ottenuto sopra al pesto e alla sfoglia. Potete decorare con qualche pomodorino ciliegino (io personalmente ho prefrito alcune noci). Infornate per circa 30 minuti e voilà, buona cena!

Torta al cioccolato e mandorle

Direttamente da:

http://www.veganblog.it/2009/04/15/corona-al-cioccolato-e-mandorle/

torta-2

 

 

ingredienti (POSSIBILMENTE BIOLOGICI!!!)

per la pasta:

400 g di farina

100 g di fecola

100 g di margarina

1,5 bustina di lievito per dolci

110 ml del latte che più vi piace (io adoro quello vitasoya…)

7 cucchiai di zucchero di canna  (ma anche un po’ di più,era poco dolce)

vanillina

per la farcitura:

150 g di cioccolato fondente

30 g di margarina

mandorle

procedimento:

impastare prima la farina, la fecola e il lievito con la margarina…aggiungere poi lo zucchero,il latte e la vanillina e impastare benissimo finchè la palletta non è liscia ed omogenea :) …non sono sicurissima della quantità del latte, poco più di 100 ml però, aggiustate a occhio se è troppo morbida o troppo dura… mettere in frigo mentre si prepara la farcitura…

fondere nel microonde (o in un pentolino) la margarina ed il cioccolato e mescolare ben bene… tritare le mandorle…

a questo punto tirate fuori dal frigo la pasta e la stendete a formare un rettangolo altro circa mezzo cm… spalmate il cioccolato-margarina e spolverizzare con le mandorle tritate…

arrotolare ben stretto e tagliare a fettine di circa 1,5 cm… disporre le girelline in una teglia antiaderente tonda sovrapponendole…spero si capisca,è facilissimo da fare ma mi son dimenticata di fotografare i vari passaggi…

io ho fatto il tragico errore di metter le rotelline in una teglia da ciambella e dopo toglierla senza romperla è stato un dramma :D …però alla fine era sana e salva…

infornare a 180° per 30 min… et voilà!